menu
logo ilcamminodelparco
profile
Comprimi il riquadro laterale

Tempio di Cerere

Come per gli altri due grandi templi dorici, questo nome risale ad una errata attribuzione fatta nel Settecento. In realtà esso era dedicato alla dea Atena. Costruito verso il 500 a.C., misura m. 32,88 per 14,54. Ha 34 colonne scanalate (6 sulla fronte e 13 sui lati lunghi) con éntasis molto pronunciata e echino schiacciato. Sulla facciata orientale lo spazio tra la cella e le colonne è doppio rispetto a quello della fronte occidentale. Tutto ciò dà al pronao, preceduto da un colonnato ionico di cui rimangono due capitelli, maggiore profondità. Di grandissimo interesse è il fatto che il pronao è di ordine ionico. Infatti è la prima volta che nella storia dell'architettura greca si ha l'unione di due diversi stili. Durante i primi secolo del Medioevo il tempio di Cerere fu convertito in chiesa cristiana. Risalenti a questo periodo sono tre tombe situate all'esterno del muro meridionale della cella. Nell'ultima fase di vita della città (VII-VIII sec. d.C.) l'abitato si era infatti ristretto all'area del tempio: resti di costruzioni medievali sono stati demoliti qualche decennio fa.

Come per gli altri due grandi templi dorici, questo nome risale ad una errata attribuzione fatta nel Settecento. In realtà esso era dedicato alla dea Atena. Costruito verso il 500 a.C., misura m. 32,88 per 14,54. Ha 34 colonne scanalate (6 sulla fronte e 13 sui lati lunghi) con éntasis molto pronunciata e echino schiacciato. Sulla facciata orientale lo spazio tra la cella e le colonne è doppio rispetto a quello della fronte occidentale. Tutto ciò dà al pronao, preceduto da un colonnato ionico di cui rimangono due capitelli, maggiore profondità. Di grandissimo interesse è il fatto che il pronao è di ordine ionico. Infatti è la prima volta che nella storia dell'architettura greca si ha l'unione di due diversi stili. Durante i primi secolo del Medioevo il tempio di Cerere fu convertito in chiesa cristiana. Risalenti a questo periodo sono tre tombe situate all'esterno del muro meridionale della cella. Nell'ultima fase di vita della città (VII-VIII sec. d.C.) l'abitato si era infatti ristretto all'area del tempio: resti di costruzioni medievali sono stati demoliti qualche decennio fa.

Comprimi il riquadro laterale
CHIUDI