menu
logo ilcamminodelparco
profile
Comprimi il riquadro laterale

Ogliastro Cilento

OGLIASTRO CILENTO

Appartenne ad Agropoli, feudo dei Vescovi di Paestum, e nel 1556 venne ceduto alla famiglia Spigadore. Comprende le frazioni di Finocchito ed Eredita, sui cui territorio, recentemente, sono state ritrovate tombe d’epoca lucana del IV secolo a.C. Da visitare Palazzo De Falco, che preserva una notevole quantità di carte topografiche del XVIII secolo e una fornitissima Biblioteca; Palazzo De Stefano, dimora feudale e poi sontuosa azienda di tipo agricolo. Nel centro storico d’Ogliastro (il cui nome deriverebbe dal latino Oleastrum, e cioè olio selvatico), sorgono la mole del Convento di San Leonardo e la chiesa parrocchiale di Santa Croce, che preserva un monumentale Organo meccanico con duemila canne, costruito nel Settecento dai fratelli Carelli, organari di Vallo della Lucania.  

http://www.ogliastrocilento.gov.it/

https://www.infocilento.it/turismo/ogliastro-cilento/

OGLIASTRO CILENTO

Appartenne ad Agropoli, feudo dei Vescovi di Paestum, e nel 1556 venne ceduto alla famiglia Spigadore. Comprende le frazioni di Finocchito ed Eredita, sui cui territorio, recentemente, sono state ritrovate tombe d’epoca lucana del IV secolo a.C. Da visitare Palazzo De Falco, che preserva una notevole quantità di carte topografiche del XVIII secolo e una fornitissima Biblioteca; Palazzo De Stefano, dimora feudale e poi sontuosa azienda di tipo agricolo. Nel centro storico d’Ogliastro (il cui nome deriverebbe dal latino Oleastrum, e cioè olio selvatico), sorgono la mole del Convento di San Leonardo e la chiesa parrocchiale di Santa Croce, che preserva un monumentale Organo meccanico con duemila canne, costruito nel Settecento dai fratelli Carelli, organari di Vallo della Lucania.  

http://www.ogliastrocilento.gov.it/

https://www.infocilento.it/turismo/ogliastro-cilento/

Comprimi il riquadro laterale
CHIUDI