menu
logo ilcamminodelparco
profile
Comprimi il riquadro laterale

Agropoli

AGROPOLI

Il centro storico d’Agropoli s’erge superbo s’un promontorio abitato fin dal neolitico. Il cuore antico, a cui s’accede da un monumentale portale del 600, è un trionfo di vicoli, casette ricavate nella roccia, scalinate scoscese che sembrano tuffarsi nell’azzurro del mare prospiciente. Nel VI secolo d.C. viene costruito il Castello. Successivamente, vengono costruite anche: la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, protettrice dei pescatori, risalente al XVII secolo, meta nel mese di luglio della caratteristica processione con la statua della Madonna che arriva dal mare, e il tempio dedicato a San Pietro e Paolo, coevo della chiesa dedicata alla Vergine, realizzato su fondazioni di fabbrica paleocristiane. Fuori dalle mura della città fortificata, quasi ai confini con Paestum, nel XVI secolo (periodo aragonese) viene costruita la Torre d’avvistamento, tuttora perfettamente conservata. La torre sorge accanto a ciò che resta del Convento francescano, cui in epoca recente s’è aggiunta la Chiesa dedicata al Santo d’Assisi. Il monastero è datato 1230 d.C.  Sempre fuori dal perimetro della città antica, c’è l’Antiquarium comunale, ricco di testimonianze archeologiche che vanno dalla preistoria all’età medioevale. La baia di Trentova, accanto ad Agropoli, è dichiarata dall’Unesco Patrimonio mondiale dell’Umanità.

https://www.infocilento.it/turismo/agropoli/

AGROPOLI

Il centro storico d’Agropoli s’erge superbo s’un promontorio abitato fin dal neolitico. Il cuore antico, a cui s’accede da un monumentale portale del 600, è un trionfo di vicoli, casette ricavate nella roccia, scalinate scoscese che sembrano tuffarsi nell’azzurro del mare prospiciente. Nel VI secolo d.C. viene costruito il Castello. Successivamente, vengono costruite anche: la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, protettrice dei pescatori, risalente al XVII secolo, meta nel mese di luglio della caratteristica processione con la statua della Madonna che arriva dal mare, e il tempio dedicato a San Pietro e Paolo, coevo della chiesa dedicata alla Vergine, realizzato su fondazioni di fabbrica paleocristiane. Fuori dalle mura della città fortificata, quasi ai confini con Paestum, nel XVI secolo (periodo aragonese) viene costruita la Torre d’avvistamento, tuttora perfettamente conservata. La torre sorge accanto a ciò che resta del Convento francescano, cui in epoca recente s’è aggiunta la Chiesa dedicata al Santo d’Assisi. Il monastero è datato 1230 d.C.  Sempre fuori dal perimetro della città antica, c’è l’Antiquarium comunale, ricco di testimonianze archeologiche che vanno dalla preistoria all’età medioevale. La baia di Trentova, accanto ad Agropoli, è dichiarata dall’Unesco Patrimonio mondiale dell’Umanità.

https://www.infocilento.it/turismo/agropoli/

Comprimi il riquadro laterale
CHIUDI